IMU 2020: ALIQUOTE E SCADENZA SECONDA RATA (SALDO)

PAGAMENTO SALDO IMU 2020

Il 16 dicembre 2020 scade il termine per effettuare il pagamento del SALDO della “nuova” Imposta Municipale Propria (IMU) dovuta per l’anno di imposta 2020 (L. 160/2019 art. 738-783).

 

ESENZIONE PER IL SISMA: Gli immobili distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero a seguito del sisma 2016 sono esenti fino alla definitiva ricostruzione o agibilità dei fabbricati stessi e comunque fino al 31/12/2020 (D.L.189/2016, art.48 c.16).

 

ALIQUOTE 2020

(approvate con Deliberazione Consiglio Com. n. 16 del 30-07-2020)

IMU
Abitazione principale cat. diversa da A/1, A/8, A/9 e rel. pertinenze

ESENTE

Abitazione principale cat. A/1, A/8, A/9 e rel. pertinenze

4,2 per mille

Fabbricati strumentali all’agricoltura

1 per mille

Altri fabbricati ed aree fabbricabili

10,6 per mille

Terreni agricoli

ESENTE

Fabbricati produttivi di cat. D*

10,6 per mille

 

Il versamento del tributo dovrà essere eseguito tramite modello F24, utilizzando i seguenti codici tributo:

  • 3912 : IMU su abitazione principale (solo cat. A/1, A/8 e A/9) e relative pertinenze;
  • 3916 : IMU per le aree edificabili;
  • 3918 : IMU per altri fabbricati;
  • 3925 : IMU per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – Stato;
  • 3930 : IMU per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – incremento Comune

Il codice Ente da utilizzare è : I569.

 

Il versamento non si effettua se l’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno è inferiore ad € 12,00.

 

*Si precisa che gli importi relativi agli immobili appartenenti al gruppo catastale D devono essere suddivisi calcolando l’aliquota del 7,6 per mille a favore dello stato e la restante parte di aliquota (3,0 per mille) al Comune.

Esenzioni IMU 2020 connesse a emergenza da COVID-19

In conseguenza all’emergenza sanitaria da Covid-19 è stata disposta l’esenzione dal versamento dell’acconto e/o saldo IMU 2020 per specifici settori economici ed in presenza di determinati requisiti.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Esenzione prima e seconda rata IMU 2020

  • art. 177 del decreto “Rilancio” – D.L. 19/05/2020 n. 34, convertito in L. 17/07/2020 n. 77;
  • art. 78 del decreto “Agosto” – D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in L. 13/10/2020, n. 126;

Esenzione seconda rata IMU 2020

  • art. 9 del decreto “Ristori” – D.L. 28/10/2020, n. 137;
  • art. 5 del decreto “Ristori bis” – D.L. 9/11/2020, n. 149 (N.B. solo per i territori in Zona Rossa).

 

 

ESENZIONI PRIMA RATA IMU 2020

RIF. NORMATIVO TIPOLOGIA IMMOBILI ESENTI CONDIZIONI
 

 

 

Art. 177 decreto “Rilancio” D.L. 19/05/2020 n. 34, convertito in

L. 17/07/2020 n. 77

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali; Nessuna
b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 (Alberghi e pensioni con fine di lucro) (n.b. e relative pertinenze D.L. 104/2020) e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;  

I proprietari devono essere anche gestori delle attività

b-bis) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.  

Nessuna

 

ESENZIONI SECONDA RATA IMU 2020

RIF. NORMATIVO TIPOLOGIA IMMOBILI ESENTI CONDIZIONI
 

 

 

Art. 78 decreto “Agosto” 

D.L. 14/08/2020,

n. 104, convertito in

L. 13/10/2020, n. 126

a) Immobili adibiti a stabilimenti balneari, marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali; Nessuna
b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;  

I proprietari devono essere anche gestori delle attività

c) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni; Nessuna
d) immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate; I proprietari devono essere anche gestori delle attività
e) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate I proprietari devono essere anche gestori delle attività
RIF. NORMATIVO TIPOLOGIA IMMOBILI ESENTI CONDIZIONI
 

art. 9 decreto “Ristori”

 D.L.

 28/10/2020,

n. 137;

 

Immobili e le relative pertinenze in cui si esercitano le attività indicate nella tabella di cui all’allegato 1 del decreto 137/2020 (come modificato dall’art. 1 D.L. 149/2020) a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

L’elenco delle attività ammesse al beneficio è consultabile al termine di questo avviso.

Codice Ateco compreso nell’elenco allegato

 

I proprietari devono essere anche gestori delle attività

 

N.B.: Nel territorio del Comune l’esenzione dalla seconda rata IMU 2020 non è estesa alle ulteriori categorie di attività richiamate dal decreto “Ristori bis” (art. 5 D.L. 9/11/2020, n. 149), in quanto tale norma è riferita solo ed esclusivamente ai territori dei comuni situati nelle Regioni indicate come Zone Rosse.

 

 

COME COMUNICARE IL DIRITTO ALL’ESENZIONE AL COMUNE:

Ai sensi del vigente Regolamento IMU per beneficiare dell’esenzione è necessario presentare la Dichiarazione IMU 2020 (scadenza 30/06/2021):

 

  • indicando i riferimenti catastali dell’immobile per il quale si è usufruito dell’esenzione;
  • barrando la casella esente ed indicando il periodo di esenzione (dall’1/1/2020 se esenti per rata di acconto e saldo, dall’1/7/2020 se esenti per la sola rata di saldo);
  • riportando, nelle annotazioni, la partita IVA ed il codice ATECO dell’attività svolta.

 

Per maggiori informazioni, il Servizio Associato Entrate Tributarie è disponibile ai seguenti recapiti:

 

 

 Sportello (previo appuntamento) 

SERVIZIO ASSOCIATO ENTRATE TRIBUTARIE

Unione Montana Potenza Esino Musone

Viale Mazzini, 29 – 62027-San Severino Marche (MC)

 

 

Oppure tramite i seguenti canali:

TEL: 0733.637245 int 9

E-mail: tributi@umpotenzaesino.it

PEC: tributi@pec.umpotenzaesino.it

WEB: Servizio Associato Entrate Tributarie

 

Orari di apertura al pubblico:

Lunedì dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Giovedì dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

 

IMU – TARI: INFORMAZIONI E MODULISTICA DISPONIBILI ONLINE

Si comunica inoltre che è disponibile online la nuova pagina web del Comune di Pioraco, in collaborazione con il Servizio Associato Entrate Tributarie, dove è possibile trovare:

  • informazioni aggiornate per i tributi IMU, TARI e TASI per ogni singolo Ente;
  • modulistica da scaricare (denunce, rimborsi, compensazioni, rateizzazioni etc.);
  • orari sulle aperture previste del servizio tributi presso i singoli Enti associati;

Clicca qui per accedere alla sezione: “Tributi (Servizio Associato Entrate Tributarie)

Allegati

SEFRO - AVVISO SALDO IMU 2020 [PDF - 922 KB - Ultima modifica: 04/12/2020]

d.l.149 2020 - allegato 1-bis-1 [PDF - 255 KB - Ultima modifica: 04/12/2020]

Contenuto inserito il 04/12/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità